BUONA PASQUA, Castellini!!!

pasquak

CARI CASTELLINI BUONA PASQUA A VOI ED ALLE VOSTRE FAMIGLIE!!!

Vi auguriamo di trascorrere una Serena Pasqua, festeggiando la fine del gelido inverno e del ritorno della primavera ( speriamo presto )….

Lo staff ( come dice il Capo )

QUESTA E’ LA STORIA DELL’ORIGINE DELLA FESTIVITA’ DELLA PASQUA

     Non a caso nella religione cristiana in questo periodo dell’anno si celebra la morte, la discesa agli inferi e la resurrezione del Cristo.Le origini di questa festivita’ risalgono tuttavia a migliaia di anni prima della sua nascita.Il Mito narra che Ishtar (o Astarte) Dea Madre nell’antica Mesopotamia, perse tragicamente suo marito, Tammuz, ucciso da un cinghiale durante il solstizio estivo.Decise cosi’ di ricercarlo nell’Ade e dopo un viaggio durato sei mesi, ottenne dalla sorella Ereshkigal, Signora degl’Inferi, il consenso di poterlo riportare vivo sulla terra.E’ evidente che il viaggio di Ishtar nell’oltretomba simboleggia l’inverno, mentre il ritorno con il marito rappresenta la primavera.Il simbolismo astronomico e’ palese: la Terra (Ishtar) si unisce con il sole primaverile (Tammuz) e si copre di verde; il sole ardente dell’estate (il cinghiale) uccide la gentilezza della primavera, nuovi semi vengono interrati (i due amanti nell’oltretomba) e dopo l’inverno sterile il ciclo ricomincia.Il lutto di Ishtar per Tammuz e’ l’origine mitica del digiuno nelle principali religioni monoteiste, il Ramadan, ad esempio, una delle cerimonie religiose piu’ importanti del mondo islamico, cosi’ come anche la Quaresima, il digiuno di quaranta giorni che precede la Pasqua Cristiana.Nella cultura nordica Ishtar prese il nome di Ostara o Eostre, patrona della fertilita’, il cui culto e usanze festive si diffusero in tutta l’Europa.In Grecia prese il nome di Estia, e in seguito in tutto l’impero romano venne venerata con il nome di Vesta, e al suo culto fu dedicato l’ordine sacerdotale delle vergini Vestali.Con la diffusione del Cristianesimo la festa di Ostara venne assorbita dalla Pasqua, la cui data di celebrazione corrisponde al primo plenilunio successivo all’equinozio di primavera.Ancora oggi, infatti, in inglese la Pasqua e’ chiamata Easter, e in tedesco Ostern e anche parecchi elementi della tradizione antica furono inglobati dalla festa cristiana.Tra questi il coniglio pasquale, simbolo di fertilita’ e prosperita’, e l’uovo, simbolo dell’embrione primordiale da cui scaturisce l’esistenza.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Carlo Varisco ha detto:

    urka,l’acqua scorre sempre;ovunque

    Mi piace

  2. 542647@libero.it ha detto:

    Grazie! Ricambio gli auguri.

    Mi piace

  3. Samuele Zerbini ha detto:

    Ovviamente il racconto qui sopra è un pacco di sciocchezze… non so dove l’abbiate trovato. Ishtar e Pasqua…-ho cercato su internet l’origine di questa sciocchezza- sostengono che il nome inglese “easter” di Pasqua derivi dal nome della dea. Le prove? Perchè ci assomiglia…Questi devono stare veramente male. Pasqua è una festa ebraica, che ricorda la fuga del popolo ebraico dall’Egitto. Di tutte le feste pagane “ricoperte” da quelle cristiane, questa è veramente quella che non c’entra nulla. Pasqua, in ebraico Pesah,passaggio, il passaggio del Mar Rosso. Peraltro, a tutt’oggi gli ebrei continuano a festeggiare la Pasqua. Cristo risorse, secondo i Vangeli, durante la Pasqua: ecco perchè viene calcolata nello stesso modo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...