IL MARANGONE E L’AREA SACRA DELLA CODATA DELLE MACINE

20 APRILE 2008

Siamo  tornati di nuovo tra i boschi, questa volta alla scoperta di un insediamento preistorico alle spalle del  Casale di Tramontana.

 

Secondo Roberta Dolenz – l’archeologa che ci ha seguito – il sito è stato utilizzato fino all’epoca romana come si può intuire dai numerosi piccoli reperti ritrovati lungo il cammino.

I massi di lava giganteschi, gli alberi d’alloro  segno d’antiche eruzioni e foreste primordiali, ci hanno fatto dimenticare la città: il Marangone ad un tratto si è trasformato in un fiume amazzonico e al posto delle liane, siamo stati circondati da una fitta rete di Tamari  – comunemente detti “rafani”.

Il pranzo sulle rive sabbiose e i dolci di fine pasto ci hanno aiutato a trascorrere dei momenti di vera spensieratezza.

 

Al termine del percorso abbiamo visitato un misterioso “ circolo di sassi “ di migliaia d’anni fa che inspiegabilmente per l’epoca era stato orientato secondo i punti cardinali.

La curiosità di tutti si è aggiunta a quella degli studiosi locali che ancora oggi cercano di svelarne il mistero.

 Claudia TISSELLI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...